Lo spirito e l'isola

Lo scorpione che non aveva mai visto il mare

(Una storia per A)
C’era una volta uno scorpione che aspettava solitario sulla riva di un fiume. Era giunto lì dopo un lungo viaggio e aveva il desiderio di attraversarlo. Purtroppo però non sapeva nuotare. E allora aspettava.
Un giorno, sulla riva del fiume, giunse un uomo. Lo scorpione gli si avvicinò e gli parlò con voce suadente.
“Caro amico! Potresti portarmi sul palmo della tua mano e farmi attraversare il fiume così che io possa proseguire il mio viaggio?”
L’uomo guardo il pungiglione velenoso flettersi minaccioso contro di lui.
“No”, rispose l’uomo. “Mi pungeresti. E’ la tua natura. Ma tu sai dove porta il fiume?”
“No. Non lo so. Io voglio solo attraversarlo”, rispose lo scorpione.
“Il fiume porta al mare” disse l’uomo.
“E cos’è il mare?”
“Il mare è acqua. Acqua a perdita d’occhio. Oltre l’orizzonte. Oltre tutto ciò che può abbracciare il tuo sguardo”.
“Allora voglio vedere il mare”, rispose lo scorpione.
“Seguiamo il fiume, dunque. Non devi attraversarlo. Dobbiamo solo camminare su questa riva. Ma attento. Non vorrei schiacciarti mentre cammino. Resta a qualche passo da me.”
I due cominciarono a seguire il fiume, camminando sulla riva. Lo scorpione era incuriosito dall’uomo.
“Qual’ è la tua natura? La mia è pungere.”, chiese lo scorpione.
“Raccontare storie”, rispose l’uomo, serio.
“Le storie non sono velenose come il mio pungiglione”, commentò lo scorpione.
“Alcune lo sono, invece.”
“Allora raccontami una storia col veleno dentro.”
L’uomo iniziò a raccontare.

“Un giorno un uomo incontrò uno scorpione sulla riva di un fiume che gli chiese aiuto per attraversarlo. L’uomo si rifiutò, timoroso del suo pungiglione pieno di veleno. L’uomo, però, scopri che lo scorpione non conosceva il mare. Non lo aveva mai visto e non sapeva nemmeno cosa fosse. E così, si offrì di accompagnarlo. Si misero in marcia. Uno a fianco all’altro. Lo scorpione, che aveva sempre vissuto da solo, chiese all’uomo di raccontargli una storia. E l’uomo iniziò a raccontare la storia di un uomo che incontrò uno scorpione che non aveva visto il mare. ”
Lo scorpione però, per sentire meglio la storia che l’uomo gli stava raccontando, si era avvicinato troppo all’uomo. E l’uomo, non avvedendosene, lo calpestò.
“Vedi?” Disse l’uomo. “Ora il tuo pungiglione è rotto. E hai perso la tua natura.”
“E ora? Che ne sarà di me?”
“Ora vieni sul palmo della mia mano e ti porterò io al mare.”
“E mi racconterai altre storie?”
“Sì. È la mia natura.”, rispose l’uomo.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Lo scorpione che non aveva mai visto il mare

  1. è una storia molto molto bella, compimenti

    Liked by 1 persona

  2. Ti ringrazio, leggerò il tuo blog… il mio è appena nato.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: